"/> Il Contractor Logistic Support (CLS) ed una sua applicazione in un caso di studio - Tesi Iaccarino - <!--#echo var="SERVER_NAME" -->

Capitolo 2 - Il Contractor Logistic Support (CLS) ed una sua applicazione in un caso di studio.

Nei paragrafi precedenti, è stata fatta una breve carrellata sulle caratteristiche e l'evoluzione della logistica nelle sue varie fasi.
Nello scenario sopra descritto, però, alla fine degli anni 80', la caduta del muro di Berlino portò un vero e proprio sconvolgimento, soprattutto nei settori produttivi connessi all'ambito della difesa: in quel periodo, infatti, il budget del Dipartimento della Difesa Americano, in particolar modo, si ridusse drasticamente, spingendo l'allora Segretario della Difesa, Mr Perry, a varare quella che venne chiamata Acquisition Reform.
In poche parole, con questo documento, si stabiliva di preferire dispositivi rispondenti a specifiche commerciali a quelli costruiti secondo specifiche strettamente militari. L'intento di tale policy era quello di aumentare le fonti possibili e di ridurre i costi, notevolmente maggiori per i dispositivi costruiti su specifiche prettamente militari.
Parallelamente a queste scelte politiche, l'interesse dei settori commerciali nel supporto post vendita aumentava in molti settori: aziende produttrici di elettrodomestici, imprese del settore automobilistico, infatti, sviluppavano gradualmente una rete di infrastrutture per l'assistenza al cliente.
Infine, questa tendenza, fu gradualmente adottata anche dai produttori di sistemi capital intensive come motori per aerei e trattori, fino ad essere ritenuta una vera e propria arma competitiva.

2.1 Introduzione al CLS.

Alla luce dei due fenomeni pocanzi descritti, in maniera sempre più sistematica, il governo degli Stati Uniti richiedeva il supporto logistico per i sistemi acquisiti: il tempo di assistenza poteva variare da pochi anni, finché il governo non sviluppava la capacità necessaria al supporto in maniera autonoma, all'intero ciclo di vita del sistema.
Nacquero così quelli che oggi vengono chiamati Contractor Logistic Support: il CLS è un contratto di natura post-vendita, fornito dall'azienda produttrice, che include tutte quelle attività necessarie per supportare il sistema per tutto il suo ciclo di vita o parte di esso.
Tale tipo di contratto, ovviamente, dopo i natali in America, si è esteso a tutto il mondo.
L'esercito USA definisce il Contractor Logistic Support nel seguente modo1:
''Logistic Support of Army material performed under contract by commercial organization. Support may include material facilities as well as services''(Cfr. Appendice A pag. 154).
La NATO ha adottato per la prima volta questa tipologia di contratti per i sistemi radar di sorveglianza aerea, di cui SELEX-SI è il maggiore fornitore in ambito NATO. Questi prevedono la realizzazione di un Sistema di Supporto di tipo CLS per tutti i paesi coinvolti, definendo servizi e forniture per tali sistemi per l'intero ciclo di vita o parte di esso.
Si rende necessario a questo punto, per entrare nel merito della discussione, una breve descrizione della SELEX-SI, e del sistema radar sul quale è stata sviluppata l'analisi proposta nel Cap. 7.


 


Top| Sommario| << Precedente | Successiva >>
" TARGET="_blank">>> Home Page <<