CAPITOLO IV Caso di studio: modellizzazione di una Manufacturing Supply Chain

4.4 Costruzione del modello di una Manufacturing Supply Chain

Attraverso l'ausilio del software Powersim Studio si mostra come la struttura della gestione del magazzino pu˛ essere adattata per rappresentare la Supply Chain in un'industria manifatturiera.
Localmente politiche razionali che creano stabili correzioni alle unitÓ organizzative individuali possono, attraverso interazioni con altre funzioni e organizzazioni causare oscillazioni e instabilitÓ.
L'instabilitÓ pu˛ portare a mancanza di fiducia tra i partners di una Supply Chain con conseguenti comportamenti che peggiorano l'instabilitÓ stessa.
Il modello Ŕ sviluppato in stages. Le assunzioni semplificate sono studiate una alla volta e solo dopo il comportamento di ogni versione Ŕ analizzato pienamente.
Questo processo iterativo dipende dalla comprensione delle relazioni fondamentali tra la struttura e il comportamento del sistema dinamico che a lungo andare porta allo sviluppo del modello utile effettivo.

4.5 Struttura politica del magazzino e della produzione

La figura 4.4 mostra il diagramma di struttura politico di un'azienda manifatturiera.
L'azienda mantiene uno stock di magazzino finito e soddisfa gli ordini nel momento in cui arrivano.
Figura 4.4 - Struttura politica della gestione del magazzino

In questo modello iniziale si assume che i clienti sono sensibili alla consegna - gli ordini che la societÓ non pu˛ soddisfare immediatamente sono persi nel momento in cui i clienti cercano altri fornitori.
In questo modello iniziale gli ordini dei clienti sono esogeni (ossia indipendenti dalla struttura del modello).
La produzione inizia. La scorta del WIP (work in process) Ŕ incrementata da production starts e diminuita da production rate.
Il controllo della produzione e le decisioni prese a riguardo della gestione del magazzino dall'azienda includono order fulfillment (adempimento degli ordini che determina l'abilitÓ di soddisfare gli ordini dei clienti in base all'adeguatezza del magazzino) e production scheduling (organizzazione della produzione che determina il tasso di produzione iniziale basato sulla previsione della domanda e sulla posizione del magazzino incluso il WIP inventory).
Il modello include tre importanti retroazioni negative (negative feedback).
Lo Stockout loop regola le spedizioni e le variazioni del magazzino: se il magazzino Ŕ inadeguato, alcuni articoli andranno fuori scorta e le consegne cadranno al di sotto degli ordini.
Nel caso estremo le spedizioni andranno a zero quando si svuota completamente il magazzino. Inventory Control e WIP Control loops modificano la produzione per spostare il livello di magazzino e WIP verso il loro livello desiderato.
In questo modello iniziale non si considerano stock di materiali nÚ restrizioni di capacitÓ.


 


Top| Sommario| << Precedente | Successiva >>
>> Home Page www.unitec.it <<