CAPITOLO I La simulazione nei sistemi produttivi

1.1 Introduzione

I sistemi reali, definiti come insiemi di entità interagenti, sono caratterizzati da elevata complessità, dinamicità e casualità; ciò rende difficoltosa la comprensione del comportamento del sistema e quindi la sua razionalizzazione e gestione.
La simulazione è un importante strumento di supporto alle decisioni che offre l'opportunità di vedere funzionare il proprio sistema in un computer.
Con il termine di simulazione si intendono quelle tecniche che con l'ausilio del calcolatore "imitano", ovvero simulano il comportamento di un sistema.
Molti dei recenti pacchetti di simulazione mostrano una tendenza ad allontanarsi dai primi formati che provvedevano un'approssimazione semplificata del mondo reale che tentavano di emulare.
I primi simulatori si presentavano all'utente con limitate e spesso fisse opzioni in termini di controllo e risultati; davano limitata libertà di esplorazione e piccola interattività.
Traendo vantaggio dalla potenza degli odierni personal computer, dallo sviluppo delle reti di trasmissione delle informazioni e di internet, con l'emergere di concetti quali connettività e convergenza, con la diffusione di sistemi informatici e telecomunicazioni , è ora possibile offrire ambienti di simulazione che replicano fedelmente le esperienze del mondo reale.
Questo specialmente nell'ambito della progettazione e dell'analisi dei sistemi di tipo produttivo e logistico anche da parte di utenti non specialisti.
Il problema della progettazione di sistemi complessi, integrati e caratterizzati da una natura tipicamente dinamica e stocastica risulta infatti difficilmente affrontabile senza il ricorso a metodologie di simulazione.
In particolare i modelli di simulazione consentono di valutare a priori le prestazioni ottenibili dal sistema considerato prima ancora di procedere alla sua realizzazione o modifica.
In questo modo è possibile prevedere il comportamento del sistema al variare di condizioni e parametri, valutare tutti gli indicatori di performance tecnici ed economici, trovare le soluzioni più opportune, riducendo i costi di investimento e di esercizio e limitando i rischi.
Un tipico caso applicativo riguarda ad esempio i problemi creati dal lancio di un nuovo prodotto in produzione.
Può essere necessario in tal caso valutare e confrontare diverse configurazioni dei magazzini interoperazionali inseriti fra le varie fasi del processo produttivo, con lo scopo di massimizzare la capacità produttiva.
Inoltre, nell'ambito delle politiche di manutenzione da adottare, può porsi il problema di verificare gli effetti indotti sull'impianto da eventuali guasti o malfunzionamenti dei mezzi di produzione; problemi di questo tipo possono essere agevolmente affrontati con metodologie di simulazione.
L'impiego di tali metodologie può riguardare in generale:

Facendo riferimento al problema del corretto dimensionamento dei sistemi di material handling caratterizzati da un elevato livello di automazione, risulta evidente come la natura complessa, integrata e dinamica del problema renda spesso inevitabile il ricorso a metodologie di simulazione, soprattutto in presenza di una forte variabilità dei flussi di materiali.
Orientarsi nella scelta tra i diversi linguaggi e pacchetti software disponibili per la simulazione costituisce un problema non trascurabile dal momento che una scelta sbagliata può rendere difficoltosa, se non impossibile, la "modellizzazione" di un particolare sistema reale considerato.
Per quanto riguarda i sistemi di tipo produttivo e logistico, la scelta più opportuna tra i diversi tipi di software disponibili sul mercato deve essere fatta con criterio in modo da consentire all'utente non esperto di valutare preventivamente i problemi cui andrà incontro decidendo di ricorrere a tecniche di simulazione e quindi di valutare le risorse (temporali ed economiche) e le competenze (soprattutto informatiche) necessarie.
Una scelta oculata in questo senso è fondamentale in quanto, a causa della dinamicità e imprevedibilità del mercato globale, le imprese devono ripensare e riprogettare i processi interni e le relazioni esterne utilizzando strumenti e metodologie finalizzate all'ottenimento di un vantaggio competitivo nell'ottica di: Si tratta dunque della ricerca dell'eccellenza che spinge le imprese ad adottare sempre più metodologie di simulazione orientate al perseguimento di più elevati livelli di efficienza, efficacia, flessibilità e reattività.


 


Top| Sommario| << Precedente | Successiva >>
>> Home Page www.unitec.it <<